Archivi tag: giuseppecampagnoli

Manifesto dell’educazione diffusa – Comune-info

 

È tempo di rimettere bambini e bambine, ragazzi e ragazze in circolazione nella società che, a sua volta, deve assumere in maniera diffusa il suo ruolo educativo. Un Manifesto da firmare e sperimentare. Articolo di aa.vv.

Scarica i volantini in PDF e jpg per diffondere il Manifesto per le adesioni.

volantino adesioni 2019 il manifesto della educazione diffusa

— Leggi su comune-info.net/2018/07/manifesto-educazione-diffusa/

Ritagli di arti varie.

Dopo una carrellata di immagini iconiche del 2016 e del 2017 ripropongo una raccolta di articoli, lettere ed editoriali  tra arte, architettura, scuola e varia umanità. Il volumetto “Ritagli” contiene scritti pubblicati nell’arco di un quinquennio su La Stampa e su varie riviste. Vi si trovano i presupposti e alcuni testi sull’idea di “Scuola diffusa ” e di architettura scolastica “Oltre le aule”, poi sviluppati e ripresi in  recenti pubblicazioni e nel libro a firma di Paolo Mottana e Giuseppe Campagnoli: “La città educante. Manifesto dell’educazione diffusa”.

Sotto la copertina il link per il download  dell’antologia “Ritagli” in PDF. Buona lettura!

Giuseppe Campagnoli

Ritagli.pdf

Ritagli

 

 

Buone feste d’inverno! Arrivederci al 2017 (diciassette? uhm..)

E11C137A-BD2D-4DC5-9335-FFF7AEFD9283

 

Buone feste d’inverno e auguri affinché qualcosa cambi sotto il sole  per le arti della politica, della salute, della pace, della scuola, dell’architettura, della pittura e della scultura, della musica e del cinema, della filosofia e della popsofia, delle arti e dei mestieri…

ma auguri anche:

a chi crede sia “fico” fotografare su Facebook i suoi piatti del giorno

a chi crede in Babbo Natale, in Gesù, Maometto, Allah, Siddhartha, Confucio  e a chi crede solo nella Natura

a chi si mette l’anima in pace facendo la carità e l’elemosina convinto che essere poveri o ricchi dipenda dalla sorte o dal merito e chi invece combatte contro la ricchezza che genera povertà

a chi crede di fare il suo dovere di multinazionale benefattrice partecipando ipocritamente a iniziative “pelose” e pericolose come Telethon

a chi scrive il Buongiorno su La Stampa propalando saggezza e ironia liberal-liberista a gogo

a chi sornioneggia a Chetempochefa credendo di non essere strumento perverso del mercato e dei media truffaldini e radical chic

a chi insulta, villaneggia, violenta, millanta, sproloquia, scandalizza, turpiloquia, predica, gossippa ed esibisce sé stesso e il suo circondario su Twitter, Facebook, Google, Instagram….e chi invece fa della sua educazione ed umiltà la virtù fondamentale

a chi non si è accorto di essere in quel 70% di neo analfabeti funzionali al di sotto del 30% di IQ e continua imperterrito dal suo miserrimo pulpito a distribuire socialp(i)erle di saggezza e a chi invece studia, legge e si informa per migliorare sè stesso e la società in cui vive

a chi crede di essere contro la politica, lo stato, i partiti e la società comportandosi esattamente e, spesso, peggio di loro e a chi invece partecipa e contribuisce al bene comune disinteressatamente e con slancio

a chi crede che le religioni siano a fin di bene ma anche a chi crede che la natura sia a fin di bene a meno che l’uomo non la violi e la distorca a suo uso e consumo

a chi crede che la maggioranza dei cristiani degli ebrei e degli islamici siano moderati e tolleranti

IMG_2539

Continua la lettura di Buone feste d’inverno! Arrivederci al 2017 (diciassette? uhm..)