Archivi categoria: Scuola

image_pdfimage_print

“Questione di stile”

di Giuseppe Campagnoli Giuseppe-Campagnoli

Scuola 2014

 

“Questione di stile”

Ultima edizione al Giugno 2014 del libello di architettura e scuola. Da leggere con indulgenza verso l’autore e l’editore selfies che, stavolta, non hanno trovato mecenati.

Versione gratuita da scaricare solo su tablet e PC.

GC

Manualità colta?

di Marco Santoro Marco-Santoro

 

20130422-171038.jpg

Idea e manualità (2)

(continua)

L’uomo pensa e crea lo strumento, che è obbediente in un primo momento, ma può, successivamente, trasformarsi in autonomo. Le idee tendenti al perfetto hanno generato qualcosa di affascinante e pericoloso, che può finire con l’imprigionare l’uomo stesso, e ci si chiede se queste idee vogliano portare la macchina ad essere più simile all’uomo, o invece l’uomo più simile alla macchina. Se la macchina ci ha sostituito nell’azione, l’uomo crea ancora? O forse oggi l’uomo è più dedito al fare e all’agire? A tali domande è difficile rispondere; quello che è certo è che tale sistema non farà cessare la sua creatività. Continua la lettura di Manualità colta?

Arte, arte, arte!

di Giuseppe Campagnoli Giuseppe-Campagnoli

Giannini: inaccettabile il taglio della storia dell’arte nelle scuole
Firmata un’intesa Mibac-Miur per accrescere la conoscenza del patrimonio culturale

20140529-092219-33739060.jpg

ROMA
Il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica, Stefania Giannini, e quello dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini, hanno firmato questa mattina a Roma, presso il Museo dell’Alto Medioevo, il protocollo d’intesa tra i due ministeri per l’accrescimento della conoscenza e del patrimonio culturale per la formazione dei giovani nelle scuole.

«La storia dell’arte è un tratto genetico della nostra cultura ma è stata trascurata. È inaccettabile che questa materia sia stata messa tra le cenerentole a rischio taglio, che poi si è effettivamente verificato». Così ha commentato il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, a margine della firma.

«Con il ministro Franceschini – ha spiegato Giannini – prendiamo quindi l’impegno di reintrodurre nelle scuole laddove è stata depotenziata la storia dell’arte. Al mio ingresso al Miur ricordo che una delle prese d’atto che mi aveva amareggiato fu proprio quella di scoprire quanto la storia dell’arte fosse stata eliminata o ridotta nelle scuole. Occorre quindi rivisitare gli ordinamenti didattici – ha concluso Giannini – e questo è un punto all’ordine del giorno e il governo è stato sollecitato a riguardo».

«Tra il ministero dei Beni Culturali e il ministero dell’Istruzione c’è un impegno comune per reintrodurre dove è stata tolta, e valorizzare dove è stata ridotta, la storia dell’arte nelle scuole – ha ribadito Franceschini -. Non si può infatti pensare di non far studiare l’arte nelle scuole. Le scelte politiche sbagliate vanno corrette».

Ricevuto da
Nicola Ghiaroni ArtemDocere

image_pdfimage_print