Categorie
controeducazione Educazione Educazione diffusa pedagogia

La comoedia inlustrata de la civita educante.

E’ pronto il canovaccio per chi volesse mettere in scena questa commedia dedicata alla città educante, sintesi di alcune storie vere di esperienze di educazione diffusa in potenza o in corso d’opera tra mille difficoltà. E’ una specie di gioco offerto (rinunciando intenzionalmente a saggi, articoli paludati, conferenze e vebbinari ormai pletorici e ridondanti quando non inutili) a chi volesse cimentarsi nella recitazione, nel costruire scene e nell’adattare alla propria realtà questa pièce breve e fattibile da bambini, ragazzi, adulti insieme. Una voce narrante, dialoghi quanto basta, movimento di corpi e di paesaggi, colori, rumori, luci e nature. Si posssono aggiungere dialoghi, costumi e scene ispirandosi ai disegni, prolungare e integrare la storia che di per sé può essere considerata modulare.

“La Comoedia inlustrata della civita educante”

(Un antiprologo, un preprologo, un bidello, tre atti, un epilogo.) Dedicata a Giampiero, Fabio, Titti e…naturalmente a Paolo e Giordano.

I personaggi: Il mentore (Jean Pierre), la Vergara” (domina scholae)”, il Bidello, le bande (i fanciulli di mezzo-10-14 anni) lo Borgomastro, il popolaccio bue e quello lupo.

Le scene: La vecchia base, il reclusorio; il contado e la civita; i posti delle scorri-bande; l’Oste e il Vasaro; il libraio Eusebio; il teatro; il bosco e la verzura; il mare e il navigare; il contado; la civita educante.

Chi volesse provare può scaricare il testo-base e provare. Ci piacerebbe avere notizia di chi, come e dove si cimenterà con lo scopo di sparpagliare l’idea dell’educazione diffusa in modo meno paludato, ma divertente e animato.

Giuseppe Campagnoli 22 Giugno 2021

QUI IL CANOVACCIO DA SCARICARE GRATUITAMENTE:

Di ReseArt

Art,music,culture,education,politics,social.
Comments, articles and essays.....

2 risposte su “La comoedia inlustrata de la civita educante.”

Grazie a te!! È un giochetto per l’educazione diffusa. Un canovaccio che non attende altro che contributi e idee. Le storie sono reali e riunite in un unico racconto. Lunghezza e rapidità sono ad uso della pazienza di spettatori fanciulli e non solo, magari pronti ad intervenire ex abrupto sulla scena!😊

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.