Categorie
cultura islam religione

Burkini.

Ci siamo di nuovo. Se c’è una cosa che non bisognerebbe fare è dare risalto a conflitti che ingigantiscono più se ne parla in tv,sui giornali, nei social, nei media in generale. Il caso burkini, dopo quello delle dame velate dell’islam, del burka e via discorrendo sta provocando l’ennesima pericolosa diatriba cultural-religiosa. Eh si, ancora la religione. Quando questa detta i costumi della gente e sovrasta la laicità delle nazioni, può diventare un pericolo per la libertà e le democrazie. Ammesso che si vogliano libertà e democrazia. Ne abbiamo già parlato. In questa occasione non vogliamo ripeterci ma ci esprimeremo con delle immagini eloquenti sulle mode, sui conflitti, sulla libertà della donna nelle varie culture e nei vari culti, sulle società dominate dai maschi. Per noi si può andare al mare, per strada, al cinema, in piazza e ovunque, in clergyman, tuta mimetica, scafandro, bikini e burkini, abito da suore, e via discorrendo, purchè ci si possa vedere in viso e la scelta non sia indotta o imposta da nessuno e da niente che non sia la propria libera ed incondizionata scelta. Una carrellata di pensieri e di provocazioni per riflettere. Giuseppe Campagnoli Ferragosto 2016

Categorie
Educazione Politica Sociale Varia umanità

Italiani. Déjà vu? Remake. (3)

di Giuseppe Campagnoli

20131001-210705.jpg

 Gli italiani. Dèjà vu

 

(libera traduzione e parafrasi in chiave moderna del “Discorso sopra lo stato presente dei costumi degli italiani” di Giacomo Leopardi)

Terza puntata

Italia: costume, politica e “conversazioni”

Il “popolaccio” italiano è il più cinico di tutti i popolacci: nessuna nazione supera né eguaglia in questo  il popolo italiano perchè si unisce la vivacità naturale ad una indifferenza acquisita verso ogni cosa e ad una scarsissima considerazione degli altri anche per la mancanza di una vera e propria  società.

Questo fa sì che  la gente non si preoccupi gran che della stima e del riguardo degli altri e non avviene ad esempio altrove quando la società influisce  sul popolo tanto che questo è pieno di considerazione per  indole, verso i propri simili e anche verso le classi  sociali a cui non appartiene.